flyphoto.it logo

B come Book- Il Ritratto e l'Istante ,Mary Ellen Mark

IMG_4105.jpgIMG_4106.jpg

B.....uongiorno e Buon lunedì a tutti!!
Siete pronti all'arrivo delle lucine colorate, delle foto degli alBeri spammate su Facebook e dei #BaBBinatalechesiarrampicanosulleterrazze??
It's Christmas!
E allora se volete fare un regalo non scontato ad una persona cara a cui piace la fotografia..fate un Bel liBro!
Per esempio quello di cui parliamo oggi, ovvero il volume 4 della collana Aperture Workshop Fotografici, Il Ritratto e l'Istante di Mary Ellen Mark.
In un'età dove persone si improvvisano fotografi senza sapere cos'è la fotografia e fotografi si improvvisano ritrattisti senza sapere cosa è un ritratto e dove l'unica Mark che conoscono è la Mark 2-3-4 Canon di cui sapranno dirvi fino all'ultima parola di tecnologia( fiuuu riprendo fiato,il periodo era lungo) conoscere questo testo è di grande importanza.
MEM ci propone la sua idea di osservazione del mondo e di fotografia e la usa nei suoi ritratti, molto di più di semplici scatti a persone o animali ma in certi casi viaggi introspettivi dentro il soggetto fotografato.
Dimostrazione che a volte non servono effetti speciali, ma Basta un'inquadratura organizzata, un dettaglio, una posa-non posata ma che appaia non forzata per mostrarci a fondo l'io di un soggetto.
L'autrice ci svela il concetto alla Base del suo processo creativo e qualcosa del suo essere fotografa; riesce nel suo scrivere a coinvolgerti e non a somministrarti qualche nozione a modo di #ocadapatè parlando anche di come istaurare un rapporto di fiducia col soggetto fotografato al fine di tirare fuori il meglio da egli.
Un libro consigliassimo a chi ama il ritratto ed in generale a tutti coloro che vogliono approfondire l'argomento e sono stanchi di ritratti con #modellenudeconlechiappedefori soltanto.
Vi linko come sempre per l'acquisto!
Se avete tempo e denaro compratevi tutta la collana degli Aperture Workshop..ne vale la pena!
Hasta la vista raga, fate i Bravi.
Ah e mi raccomando...appendete il BaBBo natale nella terrazza..ma attenzione di questi tempi!

B come Book- Diane Arbus :An Aperture Monograph

arbus.jpg

Buongiorno a tutti e Buon lunedì come sempre con un liBro!
Ho sempre preferito alle monografie i progetti compiuti ma oggi facciamo un'eccezione parlando di Diane ArBus e della monografia dedicatale da Aperture dopo la sua prematura scomparsa nel 1971, An Aperture Monograph.
La vita della fotografa americana è strettamente connessa più di ogni altro autore con la sua fotografia ed i suoi soggetti.
Diane inizia a fare la fotografa dopo la guerra assieme al marito Allan, ma la sua consacrazione arriva solo dopo la separazione da questo negli anni 60 .
Il territorio prediletto della ArBus è New York dove ella ama ritrarre soggetti particolari e "strani" con cui instaura un vero e proprio rapporto di amicizia anche profondo; soggetti Bizzarri per l’epoca come la donna che si veste da uomo, il nano, il gigante cieco con una grande BarBa.
Nel '65 il MOMA presenta alcune fotografie della ArBus che in quegli anni vanta importanti collaBorazioni con fotografi dell’epoca come il fotografo di moda Richard Avedon, e i fotografi di strada Winogrand e Friedlander.
Proprio con questi ultimi due nel '67 espone 30 sue foto al MoMa; la mostra ha grande successo nonostante le polemiche che l’accompagnarono perché l’etichetta di "fotografa di mostri" che viene cucita addosso alla ArBus non le piace affatto e la sua mente , già affaticata dalle crisi depressive di cui soffriva, ne risente pesantemente.
La ArBus diventa un'icona del fotografo newyorkese e simbolo di tante battaglie "freak" e di quella contro la guerra del Vietnam .
La malattia peggiora finché Diane non si suiciderà nel luglio 71 con una forte dose di BarBiturici e tagliandosi le vene nella vasca da Bagno.
Dall’anno dopo inizia la consacrazione dell'autrice proprio con la monografia di Aperture che la porterà ad essere una delle fotografe icona del '900.
Potete trovare tantissimo materiale sulla fotografa anche su YouTube come alcuni documentari interessanti.
Vi linko come sempre per l'acquisto!

B come Book- Cape Light: Photographs by Joel Meyerowitz

11-06-2018 09:40

url: permalink

41_g_FLP85L._SY424_BO1_204_203_200_.jpg

Buon giorno e buon lunedì a tutti!
Chi ama la fotografia di strada non può non conoscere e non amare Joel Meyerowitz, uno dei miei autori preferiti in assoluto.
Meyerowitz assieme a Garry Winogrand, Lee Friedlander e Diane Arbus rappresenta l'icona del fotografo newyorkese "street" degli anni 60/70, uno dei primi sostenitori della fotografia a colori in un periodo dove il bianconero regnava sovrano e in cui la foto a colori era considerata poco seria.
Cape Light è forse il libro più importante dell'autore proprio perché porta la fotografia a colori al grande pubblico e diventa una delle pietre miliari del genere.
In questa edizione sono riportate tutte le immagine divenute leggendarie, ma rieditate e stampate in un formato più grande, grazie al lavoro certosino di Aperture.
Le fotografie sono state scattate a Cape Code , nel Massachusetts e vi troverete scene di tutti i giorni e di vario genere da contemplare e gustare con calma assoluta, con un uso magistrale della luce e del colore e tantissimi spunti interessanti.
Da non perdere!
Come sempre link per l'acquisto!!!!!
Acquista!

B come Book- Paesaggi, Interni e Nudi, Todd Hido

C5F90CC1_A697_4604_BFC4_AA84BA10D051.jpeg

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti!!
Oggi vi parlerò di un libro che fa parte di una meravigliosa collana quale quella di Aperture workshop fotografici.
I libri in questione sono tutti molto interessanti e per ora sono 4 in totale; quello di Todd Hido è il numero 3 ed è a mio parere il più interessante.
Hido affronta i temi della fotografia di paesaggio, degli interni e del nudo e lo fa con una visione assolutamente personale e introspettiva.
Porta tutti i suoi ricordi e le sue esperienze nella fotografia, non limitandosi ai canoni in voga, ma dando un taglio nuovo e concettuale a tutte.
Le fotografie assumono una assoluta "tridimensionalità" portando il lettore nei luoghi stessi e coinvolgendolo al massimo.
In particolare voglio segnalarvi la parte in cui l'autore fotografa dall'esterno le abitazioni degli americani: osservando le stesse si capisce molto di ciò che accade all'interno della famiglia.
Ed è illuminante per quanto è vero. Pensateci.
Un libro e una collana assolutamente da non perdere per tutti coloro che amano la fotografia.
Se vi aspettate invece paesaggi in HDR o manipolazioni in photoshop come da moda imposte virate su altro.
E magari cambiate anche Blog..questo non fa per voi!:)
Come sempre vi giro il link per l'acquisto...anche se preferisco sempre che lo compriate in libreria!
B-uona lettura!
Acquista!

- - -

date: 28-05-2018 08:59

url: permalink

search

pages

loading