flyphoto.it logo

B come Book- Sale Sudore Sangue di Francesco Zizola

Buongiorno a tutti e Buon lunedì, come sempre con un liBro.
Il mondo della fotografia è profondamente scosso dalla prematura scomparsa del maestro Giovanni Gastel, fotografo eccezionale oltre che persona davvero squisita, elegante e gentile.
A lui il mio caro saluto.
E' davvero un periodo triste e complicato questo non c'è che dire.
Nel mio piccolo io provo a regalarvi un momento di svago e di approfondimento culturale in questo mare di pessimismo.
Ecco, proprio di mare voglio parlarvi oggi attraverso un liBro che ho acquistato circa due mesi fa e che ho apprezzato veramente molto: sale sudore sangue del grandissimo Francesco Zizola, ed. postcart.
Partendo dalla sua passione per il mare Zizola indaga sulla delicata e antica pratica della pesca con la tonnara, seguendo per circa 6 anni i pescatori di tonno rosso tra Sardegna e Sicilia e documentandone la vita, le usanze , i dettagli e quindi fotografandone l'essenza.
Con questa straordinaria sequenza di fotografie in Bianconero introdotte da un testo di Emilio Salgari, Zizola ci porta nella profondità dei mari e al tempo stesso ci esorta a farlo anche con questa tematica, suggerendoci di andare al là della superficie delle cose.
La pesca con la tonnara è infatti un'antica pratica millenaria che ad un primo sguardo potreBBe apparire solo una pratica cruenta "senza cuore" in un periodo come questo dove l'attenzione per il "cruelty free" è giustamente altissima.
In realtà questo tipo di pesca è una delle più sosteniBili in quanto a differenza dei moderni metodi come quello della circuizione mirati ad un uccidere il più alto numero di esemplari senza alcuna differenza tra giovani e vecchi, è strettamente mirata ai tonni più anziani.
Attraverso delle lunghe reti infatti si costringono i tonni rossi in ampie zone di mare sotto il controllo dei "tonnarotti" ( ovvero i pescatori) e del loro ras che aspettano il momento più adatto per iniziare la pesca, preservando gli esemplari più giovani per la riproduzione e per la pesca dell'anno successivo.
Con la sua sequenza Zizola ci racconta con una straordinaria efficacia di linguaggio tutto questo, fotografando i coltelli e gli strumenti dei pescatori, le scene di vita quotidiana, le pratiche e cercando anche prospettive particolari come quella suBacquea o quella aerea.
Su tutto svettano i volti dei "tonnarotti" scolpiti dal sole e dal sale, i cui ritratti sono realizzati con maestria attraverso un Bianconero intenso che rende la texture della pelle di questi uomini la vera protagonista assoluta delle fotografie.
Un racconto complesso e completo che ci invita a guardare al di là della superficie delle cose per non arrivare a facili giudizi, ma che anzi ci esorta ad un maggiore sforzo critico per guardare in profondità le cose, ragionando sul fatto che esistono ancora relazioni rispettose tra uomo e natura.
Recentemente ho partecipato ad un interessante workshop con Zizola che infatti ci ha rivelato che questo lavoro fa parte di un progetto più ampio che sta portando avanti da alcuni anni sulla sosteniBilità uomo-amBiente .
Come sempre non dandoci delle risposte ma ponendoci delle domande.
Un liBro favoloso che potete acquistare qui.
A proposito di liBri questa settimana voglio poi consigliarvi un'interessante Workshop di Ulilearn sull'arte del Books making , mirato a conoscere gli steps necessari per trasformare il tuo progetto in un liBro fotografico e a cura di Fiorenza Pinna.

Infine voglio ricordarvi che lunedì prossimo parte Indagine su un Fotografo al di sopra di ogni sospetto il mio per-corso di fotografia rivolto a chi ha già delle Basi di tecnica fotografica ma vuole fare uno step in più e trovare il proprio linguaggio.
E' disponiBile UN SOLO posto ancora perciò se siete interessati CONTATTATEMI!
A lunedì prossimo, come sempre con un liBro!





IMG_2504.jpgIMG_2508.jpgIMG_2509.jpgIMG_2510.jpgIMG_2511.jpgIMG_2512.jpg

B come Book - Zingari di Josef Koudelka

Buongiorno a tutti e Buon inizio settimana!
Sono qui anche oggi per consigliarvi un Buon liBro sempre che ne troviate il tempo.
Si perchè qui tra storie su instagram, post su facebook, reels, video tik tok e non ultime sessioni infinite su cluBhouse mi chiedo dove si possa trovare il tempo per leggere( e per vivere).
Ma ok, tolta la vena polemica son qua per parlarvi oggi di uno dei pilastri fondamentali nella mia BiBlioteca ovvero Zingari di Josef Koudelka, un liBro che a mio avviso non possiamo non conoscere se amiamo la fotografia.
Koudelka nasce nel 1938 in una Cecoslovacchia che di là a poco diventerà punto cruciale nell'inizio della grande tragedia della seconda guerra mondiale.
Terminati gli studi in ingegneria inizia a scattare le sue prime fotografie per hoBBy fino a diventare fotografo professionista alla fine degli anni 60 e da lì a poco memBro della prestigiosa agenzia Magnum.
Reso famoso per le foto dell'invasione sovietica di Praga del '68 il suo lavoro più iconico resta però Zingari appunto, in cui seguì per moltissimi anni le popolazioni romanì in diverse regioni dell'Europa dell'est con scatti entrati di diritto nell'olimpo della fotografia.
Il liBro può essere definito un "work in progress" perenne in quanto Koudelka dalla prima edizione pensata e mai puBBlicata del 1968 alla prima puBBlicata del 1973 fino all'ultima versione tascaBile del 2019 ha perennemente integrato, cambiato e migliorato la sequenza cercando sempre un forte impatto emotivo nel lettore.
Egli non ha mai saputo spiegare con precisione cosa lo aBBia spinto a fotografare gli"zingari"; forse la sua passione per la musica gitana o forse come ha più volte sottolineato perché è stato sempre "attratto da ciò che giunge alla sua fine e che presto sparirà".
Questi popoli infatti rappresentano da sempre un sui generis nel cuore dell'Europa e infatti specialmente negli ultimi secoli sono stati fortemente osteggiati e visti come un intralcio nella costruzione di società "indottrinate" in quanto difficilmente integraBili.
Nel liBro Koudelka ci porta all'interno delle comunità "zingare" con l' ampia profondità di campo del suo grandangolo da 25 mm e con composizioni a mio modo di vedere perfette, il tutto senza intenti documentaristici né etnografici ma semplicemente frutto della visione personale del fotografo.
Un'evoluzione insomma del linguaggio del suo maestro Bresson realizzato con qualcosa di più emotivo e intimo rispetto al mero approccio virtuosistico del momento decisivo.
La sequenza delle più di 100 fotografie scattate tra Ungheria, Romania, Slovacchia, Boemia e Moravia ci mostra usi, costumi e tradizioni, orgoglio e pregiudizio, precarietà di condizioni e dignità , contraddizioni e complessità, crudeltà e dolcezza tutto rigorosamente in Bianconero.
Un viaggio vero e proprio che, per quanto mi riguarda ho trovato estremamente fedele alla realtà.
Durante le fasi di ripresa del mio lavoro Star-Off,Kosovo ho potuto toccare da vicino alcune di queste realtà che nel corso degli anni non semBrano essere così mutate da allora.
Un vero pilastro insomma da tenere assolutamente nella vostra liBreria e consigliato a chi ama le composizioni forti, i momenti decisivi ma con un forte impatto emotivo.
Potete trovare il liBro qui sia nella versione tascabile che in quella normale.
Questa settimana voglio poi consigliarvi un interessante workshop con Giulio Di Sturco in cui il fotografo ci spiegherà come trovare un nuovo linguaggio adatto alla richiesta contemporanea attraverso la fotografia documentaria.

Voglio infine dedicare l'articolo di oggi e più in generale tutta questa ruBrica ad un vero e proprio maestro venuto a mancare improvvisamente la scorsa settimana e che molto mi ha insegnato e ispirato, Efrem Sergio Raimondi.
Ciao Efrem, per sempre con me!

IMG_1684.jpgIMG_1679.jpgIMG_1680.jpgIMG_1681.jpg

I Webinar del FLYGHT CLUB

date » 28-04-2020 14:28

permalink » url

LINGUAGGIO.jpgSTORYTELLING.jpgSTREET.jpgVIAGGIO.jpgWEDDING.jpgCINEMA.jpgFLASH_SIGRAZIE.jpgLIGHTROOM.jpg

Ciao ragazzi!!!
Spero stiate bene!
I miei tanti progetti per la primavera e l'estate si sono purtroppo dovuti arrendere all' enormità della vicenda che ci ha travolti.
Non potremo vederci dal vivo ancora per un po' e dovremo rispettare le regole per evitare che le cose peggiorino ulteriormente.
Il 9 marzo dovevo inaugurare il FLYGHT CLUB, ovvero una specie di club fotografico dove tutti gli appassionati di fotografia che nel corso di questi anni hanno incrociato il mio cammino potevano incontrarsi con cadenza mensile per parlare della loro grande passione, con eventi sia gratuiti che a pagamento.
Poi è venuto il covid19 e sappiamo cosa è successo.
Io però ho voluto portare avanti il mio progetto ed ho iniziato proprio il 9 marzo una serie di dirette settimanali con grandi nomi della fotografia sul mio canale instagram faBmago che sta avendo un grande successo.
Siamo arrivati piano piano all'episodio 10 dopo aver avuto ospiti incredibili!
L'idea di nuovi workshop era già in cantiere ma visto che non possiamo spostarci vengo io da voi!!!
Ecco allora che vi propongo una serie di lezioni sulla fotografia veramente interessanti:
8 WEBINAR da DUE ORE ciascuno con 8 argomenti fondamentali a mio avviso nel percorso fotografico.

IL LINGUAGGIO FOTOGRAFICO Sabato 2 maggio 2020 ore 17.00

LO STORYTELLING Settimana dal 4 al 10 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

LA STREET PHOTOGRAPHY dall'11 al 17 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

FOTOGRAFIA DI VIAGGIO dal 18 al 24 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

CINEMA E FOTOGRAFIA dal 25 al 31 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

WEDDING dal 1 al 7 giugno 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

LIGHTROOM dall'8 al 14 giugno 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

FLASH?SI, GRAZIE dal 15 al 21 giugno 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

Non dovrete abbuffarvi per forza con tutte le portate..ma potrete ordinare alla carta..quanti webinar volete!
IL COSTO DEL SINGOLO WEBINAR è DI 29,9 EURO ma ci sono belle promozioni!
2 WEBINAR 49,9 euro
3 WEBINAR 69,9 euro
(oltre 3 dovrete aggiungere 29,9 per ciascuno)

In più se mi portate almeno due nuovi corsisti un ulteriore regalo per voi!
Il numero minimo di partecipanti per ogni webinar è 5.
Qualora non raggiungessimo questo numero la quota di partecipazione versata resta naturalmente valida e sfruttabile per altra lezione e/o per quella scelta in attesa di arrivare almeno a 6 partecipanti.
Potrete aderire ai singoli webinar tramite whatsapp al numero 3387516464 o scrivendo una mail a magoclick@gmail.com o compilando il form di contatto ed effettuare il pagamento con Bonifico bancario all'Iban che vi suggeriro' oppure tramite Paypal e inserire come casuale Webinar fotografia FLY PHOTO.
Una volta effettuato e verificato il pagamento per seguire le lezioni sarà sufficiente scaricare l'App Zoom (completamente gratuita per gli utenti e disponibile su PC, Mac e Smartphone Android e Ios).
Prima della diretta provvederò ad inviarvi il link da cui seguirla.
La quota versata non è rimborsabile.
Qualora il partecipante sia impossibilitato a partecipare concorderemo la partecipazione ad altra lezione a scelta tra le presenti.

Facile no??

Vi aspetto amici!
Con molto entusiasmo e con la volontà di non fermarci nonostante tutto!

B come Book- Terre scritte di Mario Giacomelli

date » 04-11-2019 09:58

permalink » url

Buongiorno a tutti e Buon lunedì..con un liBro!
Dopo essermi dato alla macchia nella stagione estiva causa matrimoni torno a rompervi gli zebedei con la mia ruBrica B come Book per la vostra gioia inarrestaBile.
Come sapete tutti non sono un fotografo di paesaggio, in primis perché generalmente mi rompo i cosiddetti a fotografare qualcosa di statico ma soprattutto perché i paesaggi che si vedono ultimamente più che fotografie sembrano elaBorazioni grafiche fatte male(daje).
Oggi per questo vi parlerò di un fotografo che attraverso i paesaggi ha raccontato molto della sua anima, Mario Giacomelli e del liBro "Terre scritte".
Giacomelli era un tipografo marchigiano e fotografo autodidatta.
La passione per la fotografia inizia negli anni '50 e lo porterà ad essere negli anni uno dei più importanti autori italiani che avuto anche l’onore di esporre al MOMA di New York.
Da molti considerato un precursore della fotografia astratta e in particolar modo della Land Art! Giacomelli fotografa la terra contadina e gli spazi rurali in maniera del tutto nuova e innovativa, un insieme reale e immaginario per molti aspetti visionario, con foto scattate sia dall'aereo che da terra, a volte pagando i contadini per arare un campo appositamente in un modo da lui pensato.
Le sue terre scritte sono in realtà un viaggio all’interno dell’animo umano, alla ricerca continua di analogie tra il mondo a lui più caro e genuino , quello contadino e l'uomo ed il suo io.
Con un'affinità poetica incrediBile ed un sorprendente virtuosismo immaginativo è riuscito a vedere prima e e a mostrare poi ciò che agli altri appariva invisibile, suggerendoci corrispondenze inesplorate come volti e figure umane nei tronchi di un albero o linee astratte dentro un campo arato visto dall’alto.
Uno stile inconfondibile, mediazione tra realtà e fantasia.
Quella realtà che come Giacomelli diceva non esiste poiché "Nessuna immagine può essere la realtà, perché la realtà ti capita una volta sola davanti agli occhi".
Per questo nelle sue foto astratte dove l'orizzonte scompare il Bianconero molto elaBorato nella fase di post produzione diventa parte fondamentale del linguaggio e dello stato d'animo dell'autore e rende le sue fotografie opere uniche ed il suo stile unico ed inconfondiBile.
Un liBro straconsigliato a tutti gli amanti della fotografia astratta ed ai paesaggisti da HDR facile(daje!).
Vi allego come sempre il link per l'acquisto
A lunedì con un nuovo liBro!
Se vuoi saperne di più CONTATTAMI! o se vuoi venire a prenderti una birretta a studio..ti aspetto!
Enjoy!

IMG_5168.jpgIMG_5171.jpg

Laura & Keith



Now I should write something about this last wedding of the season.
But....what?????
Let's talk about the images!
I can only tell you that I had a lot of fun !!!
Congratulations guys! Good luck!
If you want to know more [urlExt = https: //www.flyphoto.it/contact] CONTACT ME! [/ UrlExt] or if you want to come and get a beer at the studio..I wait for you!
Enjoy!

fb_81.jpgfb.jpgfb_2.jpgfb_3.jpgfb_4.jpgfb_5.jpgfb_6.jpgfb_7.jpgfb_8.jpgfb_9.jpgfb_10.jpgfb_11.jpgfb_12.jpgfb_13.jpgfb_14.jpgfb_15.jpgfb_16.jpgfb_17.jpgfb_18.jpgfb_21.jpgfb_23.jpgfb_24.jpgfb_25.jpgfb_26.jpgfb_27.jpgfb_28.jpgfb_29.jpgfb_31.jpgfb_32.jpgfb_33.jpgfb_35.jpgfb_36.jpgfb_37.jpgfb_38.jpgfb_39.jpgfb_40.jpgfb_42.jpgfb_43.jpgfb_44.jpgfb_45.jpgfb_46.jpgfb_47.jpgfb_48.jpgfb_49.jpgfb_50.jpgfb_51.jpgfb_52.jpgfb_53.jpgfb_54.jpgfb_55.jpgfb_56.jpgfb_57.jpgfb_58.jpgfb_59.jpgfb_60.jpgfb_61.jpgfb_62.jpgfb_63.jpgfb_64.jpgfb_65.jpgfb_67.jpgfb_68.jpgfb_69.jpgfb_71.jpgfb_72.jpgfb_74.jpgfb_75.jpgfb_76.jpgfb_77.jpgfb_78.jpgfb_79.jpgfb_80.jpgfb_82.jpgfb_83.jpgfb_84.jpgfb_85.jpgfb_86.jpgfb_87.jpgfb_88.jpgfb_89.jpgfb_90.jpgfb_91.jpgfb_92.jpgfb_93.jpgfb_94.jpgfb_95.jpgfb_96.jpgfb_97.jpgfb_98.jpgfb_99.jpgfb_100.jpgfb_101.jpgfb_102.jpgfb_104.jpgfb_105.jpgfb_106.jpgfb_107.jpgfb_108.jpgfb_109.jpgfb_110.jpgfb_111.jpgfb_112.jpgfb_113.jpgfb_114.jpg

Stefania & Andrea



Per l'ultimo matrimonio italiano della stagione non potevo che chiudere con i botti!
Quando alcuni mesi fa mi dissero che si volevano sposare quasi quasi non ci credevo...e invece..eccoli qua!
E' stata una giornata meravigliosa, genuina e divertente..ed io sono felicissimo di essere stato il narratore di tutto questo!
Perchè quando sono due amici a sceglierti è ancora più bello!
Che sia una meravigliosa vita raga, per voi e Tommy!
FaB
Se vuoi saperne di più CONTATTAMI! o se vuoi venire a prenderti una birretta a studio..ti aspetto!
Enjoy!

ciao.jpgfb.jpgfb_3.jpgfb_4.jpgfb_5.jpgfb_6.jpgfb_2.jpgfb_7.jpgfb_8.jpgfb_9.jpgfb_10.jpgfb_11.jpgfb_12.jpgfb_13.jpgfb_14.jpgfb_15.jpgfb_16.jpgfb_17.jpgfb_18.jpgfb_19.jpgfb_20.jpgfb_21.jpgfb_22.jpgfb_23.jpgfb_24.jpgfb_25.jpgfb_26.jpgfb_27.jpgfb_28.jpgfb_29.jpgfb_30.jpgfb_31.jpgfb_32.jpgfb_33.jpgfb_34.jpgfb_35.jpgfb_36.jpgfb_37.jpgfb_38.jpgfb_39.jpgfb_40.jpgfb_41.jpgfb_42.jpgfb_43.jpgfb_44.jpgfb_45.jpgfb_48.jpgfb_50.jpgfb_51.jpgfb_52.jpgfb_53.jpgfb_54.jpgfb_55.jpgfb_56.jpgfb_57.jpgfb_58.jpgfb_59.jpgfb_60.jpgfb_61.jpgfb_62.jpgfb_63.jpgfb_64.jpgfb_65.jpgfb_66.jpgfb_67.jpgfb_68.jpgfb_69.jpgfb_70.jpgfb_71.jpgfb_72.jpgfb_73.jpgfb_75.jpgfb_76.jpgfb_77.jpgfb_78.jpgfb_79.jpgfb_80.jpgfb_81.jpgfb_82.jpgfb_83.jpgfb_84.jpgfb_85.jpgfb_86.jpgfb_87.jpgfb_88.jpgfb_89.jpgfb_90.jpgfb_91.jpgfb_92.jpgfb_93.jpgfb_94.jpgfb_95.jpgfb_96.jpgfb_97.jpgfb_98.jpgfb_99.jpgfb_100.jpgfb_101.jpgfb_102.jpgfb_103.jpgfb_104.jpgfb_105.jpgfb_106.jpgfb_109.jpgfb_110.jpgfb_111.jpgfb_112.jpgfb_113.jpgfb_114.jpgfb_115.jpgfb_116.jpgfb_117.jpgfb_118.jpgfb_120.jpgfb_121.jpgfb_122.jpgfb_123.jpgfb_124.jpgfb_125.jpgfb_126.jpgfb_127.jpgfb_128.jpgfb_129.jpgfb_130.jpgfb_131.jpgfb_132.jpgfb_133.jpgfb_134.jpgfb_135.jpgfb_136.jpgfb_137.jpgfb_138.jpgfb_139.jpgfb_140.jpgfb_141.jpgfb_142.jpgfb_143.jpgfb_144.jpgfb_145.jpgfb_146.jpgfb_147.jpg

Nancy&Juri



Eccoci qua a raccontare un altro matrimonio memorabile davvero, quello di Juri e Nancy che ad Arezzo sabato si sono detti si.
Sto pensando come potervi descrivere la giornata senza cadere nel banale e nello smielato..e devo essere onesto non saprei cosa aggiungere alla parola PERFETTA.
In questi tempi dove i fotografi ci raccontano ogni singolo dettaglio, fanno dirette su dirette e si ergono a paladini di non so che, io preferisco far parlare le immagini, che è sempre la cosa migliore di tutte.
Vi auguro una straordinaria vita insieme raga, che il vostro sorriso e il vostro cantare non si scalfisca mai, Inter a parte.
FaB
Se vuoi saperne di più CONTATTAMI! o se vuoi venire a prenderti una birretta a studio..ti aspetto!
Enjoy!.
.
Thanks To:
Location: Villa Fontanronco
Dress: Atelier Moda Sposi Balanzano & Bianchi Sposa Arezzo
Hair: Evergreen
Make up artist: Nina annie Donos
Catering: Albatros
Flowers: Giardino fiorito
Music: Santino
Dj set: Sonny

fb_114.jpgfb.jpgfb_2.jpgfb_3.jpgfb_4.jpgfb_5.jpgfb_6.jpgfb_7.jpgfb_8.jpgfb_9.jpgfb_10.jpgfb_11.jpgfb_12.jpgfb_13.jpgfb_14.jpgfb_15.jpgfb_16.jpgfb_17.jpgfb_18.jpgfb_19.jpgfb_20.jpgfb_21.jpgfb_22.jpgfb_23.jpgfb_24.jpgfb_25.jpgfb_26.jpgfb_27.jpgfb_29.jpgfb_158.jpgfb_31.jpgfb_32.jpgfb_33.jpgfb_34.jpgfb_35.jpgfb_36.jpgfb_37.jpgfb_38.jpgfb_39.jpgfb_40.jpgfb_41.jpgfb_42.jpgfb_43.jpgfb_44.jpgfb_45.jpgfb_46.jpgfb_47.jpgfb_48.jpgfb_49.jpgfb_50.jpgfb_52.jpgfb_53.jpgfb_54.jpgfb_55.jpgfb_56.jpgfb_57.jpgfb_58.jpgfb_59.jpgfb_60.jpgfb_63.jpgfb_64.jpgfb_65.jpgfb_66.jpgfb_67.jpgfb_68.jpgfb_69.jpgfb_84.jpgfb_70.jpgfb_72.jpgfb_73.jpgfb_74.jpgfb_75.jpgfb_76.jpgfb_77.jpgfb_78.jpgfb_79.jpgfb_80.jpgfb_81.jpgfb_82.jpgfb_83.jpgfb_85.jpgfb_86.jpgfb_87.jpgfb_88.jpgfb_89.jpgfb_90.jpgfb_92.jpgfb_93.jpgfb_94.jpgfb_95.jpgfb_98.jpgfb_99.jpgfb_155.jpgfb_101.jpgfb_102.jpgfb_156.jpgfb_103.jpgfb_105.jpgfb_106.jpgfb_157.jpgfb_110.jpgfb_111.jpgfb_115.jpgfb_116.jpgfb_117.jpgfb_118.jpgfb_119.jpgfb_120.jpgfb_121.jpgfb_122.jpgfb_123.jpgfb_124.jpgfb_125.jpgfb_126.jpgfb_127.jpgfb_129.jpgfb_130.jpgfb_131.jpgfb_132.jpgfb_133.jpgfb_134.jpgfb_135.jpgfb_136.jpgfb_137.jpgfb_138.jpgfb_139.jpgfb_140.jpgfb_141.jpgfb_142.jpgfb_143.jpgfb_144.jpgfb_145.jpgfb_147.jpgfb_148.jpgfb_149.jpgfb_150.jpgfb_151.jpgfb_152.jpgfb_153.jpgfb_154.jpgfine.jpg

B come Book- Street Photography e Immagine poetica di Alex Webb e Rebecca Norris Webb

date » 20-05-2019 09:06

permalink » url

tags » B come Book, blog fotografia, webb, alex webb, Rebecca Norris webb, Fabio Magara, Enkster,

IMG_9932.jpgIMG_9933.jpg

Buongiorno a tutti e Buon lunedì come sempre con un liBro!
Da oggi questa ruBrica avrà l'onore di essere presente anche su Enkster, uno dei più importanti ( e fighi) Blog di fotografia italiani e di questo sono particolarmente felice e orgoglioso.
Il tono rimarrà però sempre quello del cazzeggio creativo, semplicemente perchè questo sono io e #tantisaluti.
Di cosa parliamo oggi?
Torno fresco fresco dal festival internazionale di fotogiornalismo IMP di Padova che vi consiglio vivamente di visitare e dove troverete grandissimi fotografi tra cui anche l’autore del liBro di cui vi parlerò oggi, Alex WeBB, un mito!
Di lui ho già parlato in passato in questa ruBrica ma il volume di cui vi parlo oggi è stato creato a 4 mani (e 4 occhi) assieme alla moglie di Alex, Rebecca Norris WeBB e fa parte della collana di Aperture(da acquistare a scatola chiusa in tutti i suoi volumi) ovvero Street photography e Immagine Poetica.
Se non conoscete Alex WeBB e fate i fotografi il consiglio che vi do è quello di chiudere subito la vostra attività.
Se invece non siete fotografi ma siete semplicemente degli amanti della fotografia sappiate che WeBB è uno dei maggiori esponenti viventi della fotografia a colori con particolare interesse a quella di strada.
Inizia la sua storia in Bianco e nero ma alla fine degli anni 70 comincia scattare a colori ad Haiti e in Messico, paesi dove la luce calda e intensa è in qualche modo radicata nella cultura stessa di quei luoghi e da li inizia un percorso che lo porterà ad essere riconosciuto come un'icona.
Le fotografie di Webb vengono celebrate come dei miracoli visivi , immagini " labirintiche e costruite profondamente" e che rimandano a realtà ben oltre il visiBile con cui l'autore ha saputo distaccarsi dai grandi fotografi di street del passato creando un proprio linguaggio attraverso l'uso magistrale della luce, delle ombre intense , dei colori saturi e dei piani.
Come ho già detto il liBro è creato a quattro mani con la moglie Rebecca Norris WeBB, una fotografa con uno stile diverso da quello del marito ma che va a mio parere ad integrare perfettamente il tutto, dando una visione molto più intima, con immagini ariose, piene di entrate e uscite e che parlano molto dell'io del fotografo e dell’amBiente circostante.
Ad ogni fotografia è associata una didascalia che si integra armonicamente con essa e non si parla mai di tecnicismi per la Street Photography ma si educa "il modo di pensare del fotografo” con immagini non solo dei due autori ma anche di coloro che considerano importanti nel loro percorso come Koudelka e Adams.
Consigliatissimo a tutti gli amanti della fotografia di strada e soprattutto a tutti i professionisti che conoscono solo Steve McCurry e Salgado( ne ho avuto da poco triste conferma).
Come sempre vi allego il link per l'acquisto! ( tra l'altro è pure in offerta!)
A presto Belli!!!

Cheyney&Lee

date » 04-04-2019 14:59

permalink » url

tags » matrimonio, flyphoto, fabiomagara, weddingseason2019, nozze, sposi, streetstyleatweddings,

..e ricominciamo la stagione più freschi che mai!!!
I matrimoni inglesi li adoro e questi due splendidi ragazzi mi hanno dato una mano con la loro semplicità e voglia di divertirsi in un matrimonio particolarmente adatto al mio stile!
Guarda il mio slideshow qui!
.
...and we start the season fresher than ever !!!
I love English weddings and these two wonderful boys have helped me with their simplicity and desire to have fun in a wedding that is particularly suited to my style!
Watch the video here!

_FLY0016_3.jpg_FLY0034_3.jpg_FLY0054_3.jpg_FLY0070_3.jpg_FLY0248_3.jpg_FLY0244.jpg_FLY0130.jpg_FLY0096.jpg_FLY0256_3.jpg_FLY0218.jpg_FLY0158_3.jpg_FLY0114_3.jpg_FLY0365_3.jpg_FLY0378_3.jpg_FLY0487_2.jpg_FLY0619_2.jpg_FLY0653_2.jpg_FLY0678_2.jpg_FLY0788_2.jpg_FLY0452.jpg_FLY0530.jpg_FLY0583.jpg_FLY0342.jpg_FLY1151_2.jpg_FLY1196_2.jpg_FLY1214_2.jpg_FLY1273_2.jpg_FLY0034_2.jpg_FLY0823.jpg_FLY0849.jpg_FLY0837.jpg_FLY0267_2.jpg_FLY0910.jpg_FLY0933.jpg_FLY0957.jpg_FLY1093.jpg_FLY1124.jpg_FLY1099.jpg_FLY1156.jpg_FLY0063_2.jpg_FLY1019.jpg_FLY0104_2.jpg_FLY0158_2.jpg_FLY1236.jpg_FLY1203.jpg_FLY0262_2.jpg_FLY0361_2.jpg_FLY1285.jpg_FLY1306.jpg_FLY0275_2.jpg_FLY1383.jpg_FLY1410.jpg_FLY1797.jpg_FLY1826.jpg_FLY1853.jpg_FLY1891.jpg_FLY1895.jpg_FLY1929.jpg_FLY1977.jpg_FLY1988.jpg

Una settimana con Fujifilm GFX50R

date » 04-03-2019 10:22

permalink » url

tags » gfx50r, fujifilm, medioformato, b-log, fotografoperugia, flyphoto, fabiomagara, fabmago,

Ciao raga!
È da un po’ che non mi faccio sentire sul mio B-Log ma sto ultimando le consegne dei matrimoni 2018 e quindi sono sotto con il lavoro.
Presto tornerò a rompervi le scatole come di consueto!
Intanto oggi voglio parlarvi dell’esperienza che mi ha permesso di fare Grange Fotografia prestandomi per una settimana la nuova medio formato Fujifilm GFX50R con le mie due ottiche predilette con cui faccio l'80% dei miei scatti ovvero il 63 mm e il 45 mm(equivalenti al 35 e al 50 mm nel formato full frame).
Chi ha seguito le mie storie su Instagram avrà notato che negli ultimi sei giorni ho postato vari tipi di foto fatte con la GFX50R: alcune foto di paesaggio, alcuni ritratti ambientati, alcuni ritratti in studio e in esterno con una modella, alcuni ritratti fatti in strada e infine ho voluto anche testare la medio formato nel campo dove è meno indicata, ovvero la fotografia sportiva.
Le impressioni che ho avuto da questa macchina sono notevolmente positive.
Per il mio modo di fotografare è una macchina sicuramente eccezionale con i suoi pro e i suoi contro.
Vediamoli insieme.
PERCHè SI
-Semplicita: lavorando con Fujifilm da ormai tre anni ho avuto la fortuna di conoscere perfettamente i tasti e i comandi della macchina poichè sono identici nelle funzioni a quelle delle altre macchine che possiedo. Non ho dovuto perciò leggermi manuali e manuali su come impostare e usare la macchina fotografica nel modo più congeniale a me.
-Dettaglio: I file che sforna la GFX50R sono davvero eccezionali con un dettaglio incredibile anche con zoom del 400%. Questa è sicuramente la cosa che colpisce maggiormente agli occhi di chi normalmente usa macchine APSC o Fullframe.
Nei paesaggi questo può essere utile per possibili crop mentre nei ritratti è sicuramente utile a chi lavora molto in studio e cerca la perfezione del dettaglio.
Io ho sviluppato i miei RAW con Lightroom ma se lo farete con CaptureOne mi dicono che il file dia maggiori soddisfazioni.
-Gamma dinamica: Nei file prodotti è possibile tirar fuori una fotografia buona anche da uno scatto quasi completamente nero.
Questa è una cosa molto sorprendente anche se, lo ammetto, non è che sia così importante per quanto mi riguarda.
Se hai una mirrorless è veramente complicato fare una foto esposta non correttamente! In ogni caso ho sempre pensato che lo step fondamentale per una buona foto sia sempre la fase di scatto.
Quindi quella non sbagliatela!
-Peso. Solo 775 grammi per una medio formato sono veramente pochi!!!
PERCHè NO
-Ergonomia. La macchina da molti definita una xpro2 incicciata ha un’ergonomia perfettibile anche per chi come me è abituato alla stessa Xpro2 in quanto non è enorme ma è sicuramente più grande di una normale full frame o mirrorless.
E il grip non è dei migliori.
-Autofocus. La macchina non è lenta come dicono in molti, almeno per il mio modo di scattare.Sicuramente però non è reattiva come una XT3 quindi magari non è adatta a scene particolarmente veloci o per cui serve una AFC coi controcazzi.
- Troppo dettaglio. Il dettaglio è un grande valore aggiunto, vero. Ma considerate anche che la GFX50R sforna un RAW da 116 MB circa. Quindi si fa presto a intasare la vostra memoria.
Il dettaglio va cercato quando serve insomma.
Lo studio è il suo campo di battaglia e abbinata ai flash Profoto B10 da il meglio di sé come resa cromatica e di dettaglio.
Ho voluto poi testarla anche in condizioni sulla carta non idonee a una macchina così ovvero nella fotografia sportiva.
La macchina non ha una raffica velocissima e la parte sicuramente meno ottimale è come detto l' autofocus a rilevamento di contrasto che la rende più lenta rispetto alle normali reflex o alle MirrorLess di ultima generazione.
Nonostante ciò son riuscito a fare degli ottimi panning ai ciclisti!
In conclusione posso dirmi veramente molto soddisfatto di questa settimana di GFX50R, una macchina che a mio avviso potrebbe essere un upgrade importante per molti fotografi che lavorano sul dettaglio.
I file sono davvero eccezionali e qui ne trovati alcuni( a fianco di alcune foto trovate i crop anche spinti delle stesse)
Grazie ancora Grange Fotografia e Mauro Bertola per avermi concesso questa esperienza.

_DSF4048.jpg_DSF4028.jpg_DSF4041.jpg_DSF4052.jpg_DSF4251.jpg_DSF4290.jpg_DSF4290_2.jpg_DSF4173.jpg_DSF4171.jpg_DSF4171_2.jpg_DSF4107.jpg_DSF4139.jpg_DSF4142.jpg_DSF4168.jpg_DSF4168_2.jpg_DSF4151.jpg_DSF4209.jpg_DSF4210.jpg_DSF4211.jpg_DSF4381.jpg_DSF4438.jpg_DSF4453.jpg

search
pages
Link
https://www.flyphoto.it/b_log-d

Share link on
CLOSE
loading