flyphoto.it logo

B come Book- Only Human Martin Parr

IMG_9731.jpgIMG_9732.jpg

Buongiorno e Buon lunedì a tutti, come sempre con un liBro!
Una delle domande che mi fanno più frequentemente è : "Chi è il tuo fotografo preferito?".
Dopo aver alzato gli occhi al cielo generalmente mi accorgo che non so realmente rispondere a questo, perché sono stato influenzato ed apprezzo il lavoro di molti, ma tra questi sicuramente c’è Martin Parr, un mostro sacro che adoro.
Il liBro di cui voglio parlarvi oggi ,Only Human, riunisce gli scatti più importanti e noti del fotografo Britannico più celebre e amato ed è nato da una mostra presente in questo momento a Londra, la più ampia mai esposta in precedenza dal Parr.
Le fotografie sono imperniate sulle aBitudini,le attitudini, i costumi , i colori e i comportamenti più o meno Bizzarri di persone provenienti da ogni angolo del pianeta, ma con un’attenzione particolare alle ironiche e irriverenti osservazioni sul concetto di Britishness.
Dopo avervi parlato in passato del liBro forse che apprezzo più, The Last Resort, vi consiglio vivamente di acquistare questo volume.
Troverete tutti i marchi di faBBrica del fotografo e tutta la sua ironia tagliente , il tutto molto attualizzato in quanto tra gli argomenti presenti si parla anche di "Gran Bretagna al tempo della Brexit" e "The estaBlishment".
Da segnalare anche all’inizio del liBro i fantastici autoritratti di Parr, un misto tra ironia e trash veramente da 10 e lode.
Due saggi del curatore Phillip Prodger accompagnano il lavoro, con un'introduzione di Grayson Perry e testi taglienti dei fotografi Schimid e Singh.
Cosa aspettate ancora? Questo è il link per l’acquisto amazon oppure come sempre andate in libreria che è meglio( cit.puffo Quattrocchi)
Se sentimo!!!!

B come Book- William Eggleston's Guide

egglestone.jpg

Buongiorno a tutti e Buon lunedì, come sempre con un liBro!
Anche io come molti fotografi sono stato affascinato agli inizi della mia carriera dalle foto in Bianconero, dal "momento decisivo" e dai reportage di guerra degli anni 40-70.
Poi però è arrivato il colore ed è stata tutt'altra storia.
Per questo oggi parliamo di un liBro storico, vera e propria pietra miliare della fotografia a mio avviso, ovvero William Eggleston's Guide, una riproduzione della prima puBBlicazione a colori del MOMA di New York del 1976.
La guida contiene 48 fotografie selezionate tra i 375 scatti realizzati dal grandissimo fotografo e che sono la sua attenta visione del mondo che lo circonda.
Le foto possono apparire ad un primo aspetto Banali e casuali, ma in realtà sono molto ricercate sia in termini di composizione che di colore e raccontano di vita quotidiana con soggetti/oggetti senza apparente significato come cartelli stradali,automoBili, tuBi di salsa da fast food, stanze: il colore è il vero protagonista nelle immagini e i suoi "Sguardi democratici" come l'autore definiva la sua attenzione verso gli oggetti marginali.
Proprio la mostra al MOMA di New York suscitò parecchie critiche nell’estaBlishment fotografico di allora, ancora legato a doppio filo al "momento decisivo" e agli scatti in Bianco e nero ,tanto che Egglestone fu unanimemente stroncato dalla critica proprio per l’oltraggio del colore e per l'apparente Banalità delle sue fotografie.
Fu il primo fotografo a realizzare in questo museo una personale mostra di fotografia in questo modo "bizzarro" per l'epoca, usando immagini iper saturate ( con la tecnica del dye-transfer).
Oggi Egglestone è unanimemente riconosciuto come uno dei più importanti fotografi viventi, ha ricevuto molti premi importantissimi e nel 2005 è stato realizzato anche un docufilm sulla sua vita.
Molti fotografi, tra cui Martin Parr lo considerano un maestro.
Il libro in questione non può mancare nella vostra libreria.
Vi linko come sempre per l'acquisto!

B come Book- The Last Resort,Martin Parr

51rXYsaRiuL._SY441_BO1_204_203_200_.jpg

Buongiorno a tutti e Buon lunedì!
Qualche giorno fa scrivevo che l’ironia è l’arma più feroce che abbiamo per esprimere un concetto.
L’autore di cui parleremo oggi, Martin Parr,fa dell’ironia un proprio punto cardine ed il liBro che vi suggerisco, The Last Resort ne è emblema.
Parr è forse il più famoso fotografo e fotoreporter del Regno Unito e i suoi scatti iconici raccontano la "Bulimia" dei nostri tempi, attraverso un linguaggio kitsch e paradossale.
Le sue fotografie a primo acchito Banali e superficiali sono in realtà una critica feroce al consumismo, alle tradizioni e ai costumi dei nostri tempi.. sanno di multisale cinematografiche e pop corn, di caramelle gommose e zucchero filato perchè raccontano gli eccessi della società moderna e vanno attentamente osservate e comprese perché a volte è il dettaglio ciò che strappa il sorriso amaro.
The Last Resort è un ironico e iconico reportage condotto dal fotografo inglese sulle spiagge di Brighton nella metà degli anni 80.
La prima puBBlicazione del volume risale al 1986.
È un liBro senza fronzoli.. la fotografia è un linguaggio è l’autore prende alla lettera questo.
Prende la foto e sBam! te la mette la,senza commenti o altro genere di prose.
A proposito.. ma coloro che raccontano una foto con poemi di spiegazioni che proBlemi hanno!?
Forse non sanno comunicare aBBastanza.
Non ho mai amato chi ai concerti anziché cantare faceva comizi..figuriamoci chi fa fotografia e scrive quanto Manzoni per una foto.
Per questo amo Martin Parr.
Vi linko come sempre per l'acquisto!
Buona lettura!!!
search
pages
Share
Link
https://www.flyphoto.it/b_log-d
CLOSE
loading