flyphoto.it logo

B come Book- Il Photo editing di Leonello Bertolucci

Buongiorno a tutti e Buon lunedì!
Dopo l'ennesimo weekend calcistico da dimenticare torniamo a parlare di liBri in questa che è la puntata numero 50( cinquanta! ndr) di B come Book, ruBrica nata un po' per gioco un paio di anni fa ma che ancora ho la costanza di portare avanti( non so come, né con quali energie).
Mi auguro che la troviate utile per conoscere alcuni volumi che sono stati importanti per il mio percorso fotografico e che magari potranno esserlo essere anche per il vostro.
Oggi voglio parlarvi di un argomento che molto spesso crea panico tra i fotografi: l'editing!
Premessa per i #fotografiinfluencerdiinstagramchefannoicorsisullediting( si,i corsi): l'editing E'la fase di scelta delle immagini per il racconto/progetto fotografico e NON E' la post produzione, cazzo.
Su, uno sforzino dai.
Fatta questa doverosa premessa e sottolineando il fatto che non esistono ad oggi delle regole assolute per scegliere le foto in un racconto, né dei "manuali" da prendere come una BiBBia, vi parlo oggi del liBro di un fotografo che stimo molto e che ho avuto il piacere di avere come lettore in diversi concorsi a cui ho partecipato nel 2020: sto parlando di Leonello Bertolucci e del suo " Il photo editing, scegliere le immagini nel racconto fotografico" ed.emuse.
In esso Bertolucci ci parla della delicata fase di editing appunto, una delle più complicate nella costruzione di un progetto fotografico in quanto la creazione della sequenza è fondamentale per rendere leggiBile il nostro intento ma è strettamente personale e in qualche modo dipende anche dal futuro contesto di fruizione del lavoro: una mostra non potrà cioè avere gli stessi criteri di editing di un liBro o di una storia su Instagram.
Scegliere le immagini è inoltre una fase molto complicata per il fotografo che le ha scattate, perchè molto spesso egli tende ad "innamorarsi" e a legarsi emotivamente ad alcuni scatti non accorgendosi magari che essi non sono congeniali al funzionamento del racconto stesso.
Ecco perciò svelato il motivo per il quale moltissimi autori si affidano per editare i propri lavori a figure importantissime come i photoeditor, capaci di osservare il lavoro con occhio meno emozionale e più "chirurgico".
Nel liBro Bertolucci non ci detta delle regole (che non esistono) , ma ci offre una serie di spunti e di considerazioni utili nella costruzione della sequenza unendoli ad aforismi sulla fotografia, suo marchio di faBBrica; un approccio che ci stimola quindi a capire come partire da un numero enorme di scatti ed arrivare ad un racconto organico, compiuto e ben leggiBile allo scopo di far comprendere il nostro intento.
Per farlo si procede molto spesso a ritroso, ovvero si osserva un racconto finito e si cerca di analizzarlo e di smemBralo per comprenderne struttura e "anima".
11 capitoli veramente interessanti da leggere e rileggere attentamente per accrescere la capacità di selezione delle immagini al fine di realizzare al meglio lo scopo principe della fotografia: raccontare qualcosa.
Potete acquistare il libro QUI.

Questa settimana voglio poi consigliarvi una cosa davvero speciale ovvero la Masterclass di Ulilearn La Fonderia con Stefano de Luigi a cui ho deciso di partecipare e che ha ancora un posto disponibile.
Un lungo percorso di 9 mesi per tutti coloro che vogliono lavorare ad un progetto personale ed estendere il proprio linguaggio visivo assieme al 4 volte wpp.
Un'occasione davvero unica ad un prezzo speciale.

Oggi infine inizierà il mio "Indagine su un fotografo al di sopra di ogni sospetto", un per-corso che durerà per 7 settimane mirato a costruire delle solide basi su cui poi andare a sviluppare il proprio linguaggio fotografico.
Felice che la classe sia al completo e molto emozionato di iniziare!
Daje"!
A lunedì prossimo, come sempre con un libro e con esiti calcistici ormai scontati.

IMG_2728.jpgIMG_2726.jpgIMG_2724.jpgIMG_2721.jpg

I Webinar del FLYGHT CLUB

date » 28-04-2020 14:28

permalink » url

STREET.jpgVIAGGIO.jpgWEDDING.jpgSTORYTELLING.jpgLINGUAGGIO.jpgFLASH_SIGRAZIE.jpgLIGHTROOM.jpgCINEMA.jpg

Ciao ragazzi!!!
Spero stiate bene!
I miei tanti progetti per la primavera e l'estate si sono purtroppo dovuti arrendere all' enormità della vicenda che ci ha travolti.
Non potremo vederci dal vivo ancora per un po' e dovremo rispettare le regole per evitare che le cose peggiorino ulteriormente.
Il 9 marzo dovevo inaugurare il FLYGHT CLUB, ovvero una specie di club fotografico dove tutti gli appassionati di fotografia che nel corso di questi anni hanno incrociato il mio cammino potevano incontrarsi con cadenza mensile per parlare della loro grande passione, con eventi sia gratuiti che a pagamento.
Poi è venuto il covid19 e sappiamo cosa è successo.
Io però ho voluto portare avanti il mio progetto ed ho iniziato proprio il 9 marzo una serie di dirette settimanali con grandi nomi della fotografia sul mio canale instagram faBmago che sta avendo un grande successo.
Siamo arrivati piano piano all'episodio 10 dopo aver avuto ospiti incredibili!
L'idea di nuovi workshop era già in cantiere ma visto che non possiamo spostarci vengo io da voi!!!
Ecco allora che vi propongo una serie di lezioni sulla fotografia veramente interessanti:
8 WEBINAR da DUE ORE ciascuno con 8 argomenti fondamentali a mio avviso nel percorso fotografico.

IL LINGUAGGIO FOTOGRAFICO Sabato 2 maggio 2020 ore 17.00

LO STORYTELLING Settimana dal 4 al 10 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

LA STREET PHOTOGRAPHY dall'11 al 17 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

FOTOGRAFIA DI VIAGGIO dal 18 al 24 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

CINEMA E FOTOGRAFIA dal 25 al 31 maggio 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

WEDDING dal 1 al 7 giugno 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

LIGHTROOM dall'8 al 14 giugno 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

FLASH?SI, GRAZIE dal 15 al 21 giugno 2020 ( date da decidere insieme ai corsisti)

Non dovrete abbuffarvi per forza con tutte le portate..ma potrete ordinare alla carta..quanti webinar volete!
IL COSTO DEL SINGOLO WEBINAR è DI 29,9 EURO ma ci sono belle promozioni!
2 WEBINAR 49,9 euro
3 WEBINAR 69,9 euro
(oltre 3 dovrete aggiungere 29,9 per ciascuno)

In più se mi portate almeno due nuovi corsisti un ulteriore regalo per voi!
Il numero minimo di partecipanti per ogni webinar è 5.
Qualora non raggiungessimo questo numero la quota di partecipazione versata resta naturalmente valida e sfruttabile per altra lezione e/o per quella scelta in attesa di arrivare almeno a 6 partecipanti.
Potrete aderire ai singoli webinar tramite whatsapp al numero 3387516464 o scrivendo una mail a magoclick@gmail.com o compilando il form di contatto ed effettuare il pagamento con Bonifico bancario all'Iban che vi suggeriro' oppure tramite Paypal e inserire come casuale Webinar fotografia FLY PHOTO.
Una volta effettuato e verificato il pagamento per seguire le lezioni sarà sufficiente scaricare l'App Zoom (completamente gratuita per gli utenti e disponibile su PC, Mac e Smartphone Android e Ios).
Prima della diretta provvederò ad inviarvi il link da cui seguirla.
La quota versata non è rimborsabile.
Qualora il partecipante sia impossibilitato a partecipare concorderemo la partecipazione ad altra lezione a scelta tra le presenti.

Facile no??

Vi aspetto amici!
Con molto entusiasmo e con la volontà di non fermarci nonostante tutto!

B come Book- Sulla fotografia di Susan Sontag

date » 12-06-2019 09:04

permalink » url

tags » B come Book, sontag, sulla fotografia, fabio magara, blog fotografia, enkster,

IMG_1250.jpgIMG_1249.jpg

Buongiorno e Buon luned...oh cazzo è mercoledì!
Eh si , dimenticavo che causa impegni coi miei matrimoni la ruBrica è spostata al mercoledì per permettere anche a me di vivere un pochino..quindi ricomincio.
Buongiorno e Buon mercoledì, come sempre con un liBro!
Oggi parliamo di HDR, timbri clone e levigatura pelle della modella.
Ma anche NO.
Oggi parliamo in realtà di un liBro-saggio molto importante e con diverse riflessioni interessantissime ovvero Sulla fotografia di Susan Sontag.
Scrittrice, regista, teorica del movimento di liBerazione della donna e dell'opposizione radicale americana, la Sontag fu una grande intellettuale mancata purtroppo nel 2004 a causa della leucemia.
Numerosi sono i suoi liBri tra cui il romanzo storico L'amante del Vulcano, il più famoso.
C'è però un legame stretto che sente con la fotografia che la affascina da sempre e che si rafforzerà più tardi quando diverrà compagna di vita fino alla fine dei suoi giorni con la grande Annie LeiBovitz di cui abbiamo parlato nella ruBrica da poco tempo.
Il saggio di cui vi parlo oggi ovvero Sulla fotografia -Realtà e immagine nella nostra società, è una serie di riflessioni approfondite appunto sulla fotografia come linguaggio, senza mai parlare di tecniche e tecnicismi da smanettoni ma piuttosto raccontando la storia della fotografia (in particolare modo quella americana) ,la sua evoluzione nel tempo e l'enorme potere che possiede.
Ci racconta il legame tra la fotografia e le altre arti figurative e lo fa con un linguaggio colto ma nello stesso tempo chiaro e senza fronzoli, lasciando sicuramente il lettore non indifferente.
In particolare mi sono piaciute molto le riflessioni sui grandi fotografi americani( dalla ArBus a Evans) e su cosa questi grandi hanno lasciato con le loro opere al mondo.
A mio avviso questo testo è fondamentale al giorno d'oggi perchè lo straripare della fotografia o meglio delle immagini, ci fa perdere il filo su cosa rappresenta la fotografia come linguaggio e modo di comunicare.
"Dobbiamo imparare a vedere di più, ad ascoltare di più, a sentire di più”; questa è solo una delle tanti frasi importanti che troviamo nel testo veramente colmo di ispirazione per chi si vuole avvicinare in modo intelligente alla fotografia.
Ve lo consiglio vivamente, anche se non è una lettura da portare sotto l'omBrellone ma visto che io odio gli omBrelloni e non vado al mare mai in estate ve lo suggerisco lo stesso.
Vi linko come sempre per l'acquisto!
Lo trovate pure in offerta!
Ciao Belli!!!

B come Book- RVM Magazine

IMG_4483.jpgIMG_4484.jpg

Buongiorno raga e Buon lunedì!!
Dopo aver visto spuntare i primi BaBBo natale alle finestre e essermi sorBito nell'ultima settimana sui social rispettivamente le foto degli alBeri, le foto del funamBolo a Perugia e aver visto condivisioni a rota sui Queen da gente che "nsa manco chi so" entriamo nello spirito natalizio di Bontà gratuita attraverso il suo colore predominante: il rosso.
Vi parlerò infatti oggi di una rivista INDIPENDENTE ( e sottolineo) meravigliosamente BBella ( con due B si,non so trovare altro termine scellerato per farne magnificenza) recentemente rinnovata e restaurata a modo, RVM Magazine.
Essa si pone veramente come una "cosa" diversa da tutte le altre, anomala ed affascinate.
Parliamo infatti di una rivista che ha l'oBiettivo di approfondire con tutti i mezzi possiBili, le ricerche e gli studi sulla fotografia con particolare riguardo alla documentaristica contemporanea e che si apre per questo motivo alla contaminazione con altre forme di narrazione, come la poesia, la letteratura, l'illustrazione e l'arte grafica.
Un punto di vista insolito e talvolta meno rassicurante, ma proprio per questo fondamentale perché stimola riflessione e spunti diversi e perchè talvolta la contaminazione spaventa e disorienta(in ogni campo) ma è straordinariamente utile per la crescita.
Ora voi mi dovreste dire..che c'entra tutto questo col rosso???
C'entra invece, perchè l'indagine sul mondo di RVM magazine utilizza il colore come "medium", quasi fosse un filtro fotografico...avvicinandolo di volta in volta a significati e narrazioni diverse.
Proprio dal rosso parte il primo numero ,THE REDO ISSUE che è quello che vi presento oggi.
E io, che di filtri rossi ne ho fatti....ve lo consiglio fortissimamente.
Troverete un numero con 5 projects fantastici tra cui Davide Monteleone ( di cui vi ho già parlato) che mette in scena il viaggio di Lenin dall'esilio alla rivoluzione, Carlotta Cardana che ci parla della strada del riscatto degli indiani d'America contemporanei ( io amo gli indiani d'America da sempre, fanculo Custer)e Sanne de Wilde che ci mostra il mondo degli acromati, privo di colori ma ricco di sfumature surreali (Gold medal per il miglior contenuto singolo “Independent Magazine: Single Spread Story).
La rivista è particolare anche nella rilegatura, nell'impaginazione e nelle ottime carte su cui è stampata ( diverse per ogni lavoro)e per questo ha ricevuto tre premi nell'amBito della 53esima edizione dell’Annual Design Award della The Society of Publication Designers, uno dei più prestigiosi premi dedicati al design editoriale per le riviste, che si tiene a New York.
A questo numero è seguito il secondo volume -The white issue dedicato appunto al colore bianco.
Potrete trovare questa rivista nella fantastica Edicola 518 di Perugia oppure richiederla online per i non perugini
Buon natale, con Buonismo.
Fate i bravi.

B come Book- La camera chiara di Roland Barthes

date » 18-06-2018 09:18

permalink » url

Buongiorno a tutti e buon lunedì!!!!!
Oggi voglio parlarvi di un testo scritto non da un fotografo, ma dal saggista e semiologo francese Roland Barthes,ovvero la Camera Chiara, Nota sulla Fotografia.
Il libro scritto nel 1980 è ancora secondo me attualissimo nonostante i cambiamenti epocali che ha subito la fotografia nell'ultimo decennio e sicuramente non è una lettura "leggera" da farsi sul divano di casa dopo una giornata di lavoro piena, ne è consigliato agli smanettoni di tecnicismi e funzioni della fotocamera o ai neofiti.
E' però con certezza un libro che non può mancare nella biblioteca di chi il fotografo vuole diventare o essere.
L'autore infatti indaga sul fenomeno "fotografia" e sul ruolo che essa assume nella società,introduce delle regole "strutturali" per l'individuazione di un fotografato-soggetto (studium) e per la ricerca di significati sul fotografare (punctum), sviscera insomma il "medium bizzarro" fotografia , stimolando una serie di riflessioni e considerazioni.
I concetti espressi sono riproposti più volte nel testo stesso proprio per entrarci ancora più in profondità e vedrete che , se ne apprezzerete la lettura, vi resteranno ben fissati nella mente.
Un mix di psicologia, sociologia, fotografia d'autore e saggistica consigliato a tutti coloro che amano pensare e sono curiosi, meno a chi pensa solo ad autofocus, megapixel e file.
Come sempre linko l'acquisto!!!
Acquista!

camerachiara.jpg

search
pages
ITA - Informativa sui cookie • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies, cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookie tecnici, cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookie policy • This website uses cookie technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies, by clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies, by clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.flyphoto.it/b_log-d

Share link on
Chiudi / Close
loading